psicologia a Firenze

Progetto Incontro

Progetto IncontroProgetto di prevenzione del disagio rivolto agli alunni degli  istituti secondari di I Grado.

Finalità del Progetto: Intervenire nelle situazioni, particolarmente in quelle interpersonali, che testimoniano un disagio, di qualsiasi natura esso sia (familiare, sociale o scolastico), così da aiutare gli alunni a stare meglio con se stessi e con gli altri,   per costruire con loro un percorso che valorizzi gli aspetti positivi di ognuno  e che fornisca  ai ragazzi riferimenti autorevoli e di valore. Lo scopo ultimo del progetto è quello  di prevenire l’abbandono,  la dispersione scolastica e  le situazioni a rischio (bullismo, violenza, abuso di sostanze e di alcool), che coinvolgono non solo la sfera scolastica, ma anche quella  familiare così da favorire  il superamento dei conflitti, promuovere un clima positivo all’interno di ogni classe.

Attività Svolte: incontri a classe intera, in piccolo gruppo o individuali, volti ad elaborare strategie in grado di comprendere, interpretare, mediare  e superare  conflitti e comportamenti negativi.
Predisposizione di percorsi “alternativi” e personalizzati  

Personale Impegnato: esperti di relazione interpersonale, psicologi ed educatori, allenatori e docenti di educazione fisica; docenti delle classi interessate dal progetto

Periodo di realizzazione: il progetto avrà la durata dell’’intero anno scolastico e si svolgerà in orario curricolare.

Indicazione del percorso Didattico: individuazione delle situazioni problematiche e delle classi che manifestano in modo predominante difficoltà di gestione legate al “clima” interno alla classe.
Incontri preliminari di formazione per i docenti delle classi coinvolte nel progetto.
Incontri a classe intera, in piccolo gruppo o individuali, volti ad elaborare strategie in grado di comprendere, interpretare, mediare  e superare  conflitti e comportamenti negativi.
Individuazione di percorsi individualizzati e personalizzati (attività laboratoriali con la presenza di educatori  ed attività sportive con l’intervento di allenatori di varie discipline;attività laboaratoriali con esperti artigiani – ceramista, vetraio, meccanico, fabbro, ecc. - ) volti a favorire il miglioramento dell’autostima, il recupero delle relazioni sociali e, conseguentemente,  il successo scolastico.
Monitoraggio in itinere delle situazioni e dei comportamenti verificatisi nel corso delle attività
Coinvolgimento delle famiglie ed eventualmente dei Servizi Sociali di riferimento
Analisi dei risultati ottenuti.

Momenti di verifica e valutazione: focus group di verifica in itinere  e conclusivi all’interno dei diversi Consigli di classe

Risorse umane, finanziarie necessarie: psicologi, esperti di relazione interpersonale, educatori, docenti